mostre

Ben ritrovati,

i mesi di Ottobre e Novembre saranno dedicati alle mostre “Cibo” di McCurry a Forlì e alla mostra “Picasso. La sfida della ceramica” al MIC di Faenza. Le visite guidate alla mostra di McCurry termineranno a inizio dicembre perchè l’affluenza di visitatori durante il periodo di Natale e Capodanno è sempre eccessiva per i mie gusti 🙂
Ottobre è il mese perfetto per visitare la mostra “Cibo”!

Vi ricordo che per gruppi superiori alle 15 persone ho noleggiato privatamente un servizio di auricolari in modo che possiate godere al meglio del percorso di visita    

Per ogni evento ci sono posti limitati ed è quindi necessario prenotare sempre al numero 328.2230472 oppure  on line cliccando qui

A presto,

Lisa

MOSTRA “CIBO” MCCURRY. Musei San Domenico, Forlì
Negli scatti di McCurry si sviluppa un racconto dedicato al tema universale del cibo, un giro del mondo attraverso i consumi, i processi di trasformazione, i mercati, gli odori e le politiche di distribuzione delle risorse in Asia, Sud America ed Europa. Vi aspettano 5 sezioni tra cui una dedicata al pane, una alle tipologie di produzione e una al valore della condivisione del cibo. Una mostra imperdibile con allestimento scenico curato da Peter Bottazzi.

Costi: 19€ adulti, 13€ 6-14 anni
(la tariffa comprende ingresso, prenotazione, visita guidata, servizio auricolari privato)
Prenotazione: 328.2230472  on line cliccando qui

CALENDARIO

sab 12 ottobre
ore 15.00 e ore 17.00

sab 26 ottobre 
ore 11.00

dom 10 novembre 
ore 11.00

dom 17 novembre
ore 15.00

MOSTRA ” PICASSO. LA SFIDA DELLA CERAMICA”. Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza.
La mostra, a cura di Harald Theil e Salvador Haro con la collaborazione di Claudia Casali, prevede il prestito eccezionale di 50 pezzi unici provenienti dalle collezioni del Musée National Picasso-Paris. Un nucleo di inestimabile valore che affronta tutto il percorso creativo dell’artista spagnolo nei confronti dell’argilla. La mostra analizza le fonti di ispirazione di Picasso, proprio a partire dai manufatti presenti nelle collezioni del MIC, mentre una sezione speciale è dedicata al rapporto tra Picasso e Faenza, con la presentazione di documenti e fotografie, mai esposti, ed appartenenti all’archivio storico del Museo
Completerà il ricco apparato didattico e fotografico un video storico di Luciano Emmer del 1954 (Picasso a Vallauris).La mostra fa parte del progetto Picasso Méditerranée.

Costi: 17€ adulti, 7€ fino ai 14 anni 
(la tariffa comprende ingresso, prenotazione, visita guidata, servizio auricolari)
Prenotazione: 328.2230472  

CALENDARIO

sabato 30 novembre ore 15.00

domenica 15 dicembre ore 15.00

Continua a leggere

Il termine Déco deriva da un’abbreviazione riferita all’ Exposition Intenazionale des Arts Dècoratifs et Industriels Modernes tenutasi a Parigi nel 1925
Il termine è stato poi utilizzato per la prima volta nel 1966 in occasione di una mostra parigina Les Annees ’25: Art Deco/Bahuaus/Stijl/Espirt Nouveau. Le Corbusier utilizzò il termine Deco in suo articolo riferendosi alla mostra parigina del 1925, come diminutivo per ridicolizzare il contenuto frivolo e “decorativo” della maggior parte dei lavori presenti.

Expo_Arts_deco_Paris_1925 Nel 1968 con il volume Art Déco of the 20s and 30s di Hillier, il termine è entrato in uso nella moderna accezione: ossia come definizione di un gusto unitario, di uno stile eclettico che nasce e si definisce tra le due guerre mondiali
Controlla il calendario delle visite guidate e prenota subito cliccando qui 

2a909b9114d0bf21c685c56f8faf3c6e

Art Déco nasce quindi nell’ambito di un’anomalia: aver storicizzato il fenomeno a posteriori ed aver fatto coincidere la nascita del Déco con la mostra parigina del 1925, ha prodotto come conseguenza  l’identificazione dello stile con un gusto prettamente parigino e la limitazione del fenomeno alla sfera delle cosiddette “arti minori”.
Tuttavia, sappiamo perfettamente che il Déco è stato uno stile estremamente variegato che accolse stimoli da tutte le avanguardie europee e che ebbe modo di esprimersi meravigliosamente anche nelle cosiddette “arti maggiori”.
Nel 2003 la mostra Art Deco 1910-1939 al Victoria and Albert Museum ha cercato di fare il punto della situazione:Déco è tutto ciò che ricalca lo spirito estetico di un mondo che cerca la modernità e che va a coincidere con il gusto definito anche “modernista”

La mostra ospitata a Forlì presso i Musei San Domenico dall’11 Febbraio all’ 8 Giugno “ArtDéco.Gli anni ruggenti in Italia” ha come obbiettivo quello di tornare a fare il punto della situazione sulla complessa evoluzione del Déco in Italia.

Controlla il calendario delle visite guidate e prenota subito cliccando qui 

 

Continua a leggere