mostre

Ciao a tutti,

qui di seguito tutti gli appuntamenti in calendario fino a Dicembre.
Per alcune date ci sono rimasti pochissimi posti ancora disponibili!
La prenotazione è sempre obbligatoria al numero 328.2230472
A presto 🙂

Lisa

Date mostra Ferdinando Scianna “Viaggio, racconto, memoria”
Musei San Domenico, Forlì

domenica 7 ottobre ore 11.00
sabato 13 ottobre ore 11.00
sabato 13 ottobre ore 15.00
domenica 14 ottobre ore 11.00

Una grandiosa mostra antologica con 200 fotografie per ripercorrere le tappe fondamentali della carriera di Ferdinando Scianna, fotografo siciliano, primo italiano ad entrare nell’agenzia Magnum, grande amico di Cartier-Bresson, ed Elliot Erwitt. Leonardo Sciascia per primo ha notato le sue fotografie esposte in un piccolo circolo di Bagheria e di lì è nata una collaborazione fondamentale per la carriera di Scianna. Così come importante sarà l’incontro con i giovanissimi Dolce e Gabbana. Dalle feste religiose, alla guerra, dal viaggio alla moda, scopriremo un unico filo conduttore nel lavoro di un grandissimo fotografo onesto, autoironico, che si è sempre definito reporter. Anche negli scatti di moda.

Costo: 18€adulti, 13€ ragazzi tra 6-18 anni 
Prenotazioni: 328.2230472

Sab 6 ottobre Ore 15.00
Ravenna imperdibile: Sant’Apollinare Nuovo, Tomba di Dante, San Vitale, Galla Placidia e Battistero Neoniano

Un pomeriggio dedicato ad un percorso attraverso i piu’ celebri siti UNESCO presenti nel centro storico di Ravenna. Partendo da San Vitale, con gli straordinari mosaici voluti da Giustiniano, proseguiremo per il Mausoleo di Galla Placidia, un piccolo scrigno che racchiude mosaici tra i piu’ antichi e preziosi di Ravenna. Tappa successiva sara’ il Battistero Neoniano, per poi proseguire verso l’antica basilica palatina del re Teodorico, Sant’Apollinare Nuovo. Una tappa sarà dedicata anche alla visita della Tomba di Dante

Incontro facoltativo: 14.00 presso il parcheggio del Cimitero Monumentale
Incontro: ore 15.00 Biglietteria di San Vitale – Via G.Argentario, Ravenna
Costo: 18,50€ (comprensivo di visita guidata ed ingresso a 4 monumenti UNESCO)
Per prenotazioni: 3282230472
Guida: Lisa Rodi
NB: parcheggio gratuito Largo Giustiniano, Ravenna

Dom 7 ottobre ore 15.00. 
Palazzo Milzetti a Faenza

Palazzo Milzetti è un luogo di grande suggestione e poco conosciuto in pieno centro storico a Faenza: dichiarato Museo dell’Età Neoclassica in Romagna, è stato interamente dipinto a tempera a inizio ‘800 da Felice Giani, che qui compì la sua più monumentale ed originale impresa decorativa.
Partendo dagli appartamenti privati del conte, con il camerino da bagno e le cucine, arriveremo al piano nobile con il salone delle feste e il boudoir, attraversando sale incantevoli decorate con scene mitologiche, episodi dell’antica Roma e fantasiose grottesche.
Al termine della visita, potremo partecipare alla giornata di Open Day UNESCO al Mic (5 min a piedi) con ingresso visite e laboratori gratuiti per tutti!

Incontro: ore 14,45 di fronte a Palazzo Milzetti – Via Tonducci, 15 – Faenza (RA)
Parcheggio gratuito in via Cavour
Durata percorso: 1 ora e mezza circa
Costo: 8€ (visita guidata, 1 domenica del mese ingresso gratuito)
Prenotazioni fino a disponibilità di posti
Per prenotazioni: 3282230472
Guida: Lisa Rodi

Dom 21 ottobre ore 15.00 (posti quasi esauriti)
Palazzo Romagnoli e la Collezione Verzocchi a Forlì
La città di Forlì accoglie sotto gli straordinari soffitti dipinti di palazzo Romagnoli, una delle collezioni d’arte più importanti in italia che costituisce un unicum a livello mondiale: la Collezione Verzocchi. Nata dalla volontà di un imprenditore del mattone refrattario, è dedicata al mondo del lavoro e riunisce capolavori di Guttuso, De Chirico, Vedova, Da Pisis, Depero, Signorini, Mattia Moreni e molti altri.
Al piano superiore la prestigiosa collezione di sculture e quadri del ‘900 annovera anche una raccolta di incisioni di Morandi ed una meravigliosa selezione di sculture di Wildt.

Incontro: ore 15.00 Palazzo Romagnoli, via Albicini-Forlì
Costo: 11,00€ a persona . 8€ per minori di 18 anni (visita guidata+ingresso)
Prenotazioni: 3282230472
Guida: Lisa Rodi

Dom 4 novembre Ore 15.00
Ravenna: Sant’Apollinare in Classe e la Domus dei tappeti

Una domenica dedicata alla scoperta di uno dei più famosi cicli musivi al mondo, quello di Sant’Apollinare in Classe di cui andremo a svelare tutte le complesse implicazioni politiche e religiose. La basilica è una delle poche al mondo a mantenere il suo aspetto originario intatto dal VI sec d.C. Proseguiremo poi tutti insieme con le macchine in direzione del centro di Ravenna, per parcheggiare gratuitamente in pieno centro storico a due passi dalla Domus dei Tappeti di Pietra. Un sito archeologico di straordinario fascino che ci permetterà di comprendere come fossero elaborati anche i mosaici pavimentali a Ravenna, nello stesso periodo a cui risalgono quelli parietali della Basilica di Classe.

Incontro facoltativo: 14.15 presso il parcheggio del Cimitero Monumentale
Incontro: ore 15.00 ingresso Basilica di Sant’Apollinare in Classe
Costo: 14€ (comprensivo di ingressi +visita guidata)
Prenotazioni: 3282230472
Guida: Lisa Rodi
NB: parcheggio gratuito nei pressi della Basilica e vicino alla Domus in Largo Giustiniano, Ravenna

Dom 9 dicembre Ore 15.30 (posti quasi esauriti)
Visita guidata a Rimini:Tempio Malatestiano, Domus del Chirurgo e Mercatini di Natale
Un’ occasione straordinaria per visitare due gioielli custoditi nel centro storico di Rimini.
Prima tappa, il Tempio Malatestiano: uno dei capolavori indiscussi del rinascimento italiano che mette insieme il lavoro di grandi protagonisti dell’arte italiana: da Giotto a Vasari, da Piero della Francesca a Leon Battista Alberti, passando per Agostino di Duccio ed il committente Sigismondo Pandolfo Malatesta.
Seconda tappa del nostro percorso sarà la Domus del Chirurgo, un sito archeologico musealizzato e al coperto percorribile attraverso passerelle trasparenti che permetteranno di ammirare da vicino la vivacità cromatica e grafica di straordinari tappeti musivi sui quali è stato rinvenuto un corredo unico al mondo composto da più di 100 strumenti chirurgici che andremo a visitare nell’adiacente Museo.
I Mercatini natalizi saranno allestiti in Piazza Tre Martiri, a due passi dalla Domus!

Incontro facoltativo: ore 14.00 Stazione Ferroviaria a Forlì
Prenderemo il Treno Regionale per Rimini delle ore 14.15 NB: ognuno deve munirsi autonomamente del biglietto del treno
Incontro: ore 15.20 difronte al Tempio Malatestiano, Via IV Novembre, 35 Rimini
Costo: 13€ (comprensivo di ingressi+visita guidata)
Prenotazioni: 3282230472
Guida: Lisa Rodi

Dom 16 dicembre Ore 15.00   
EcoNatale a Santarcangelo: tra grotte, bottoni e sculture luminose
Santarcangelo, patria di Tonino Guerra e di Papa Clemente XIV, è “città slow” a misura d’uomo e sensibile alle tematiche ecologiche. Con la collaborazione di Mutonia anche quest’anno viene organizzata una meravigliosa coreografia natalizia utilizzando materiali di recupero a basso consumo energetico. Una suggestive cornice che accompagnerà la nostra visita al borgo medievale tra stradine acciottolate e antiche mura medievali. Durante il percorso visiteremo anche il curiosissimo Museo del Bottone (offerta libera) , la Collegiata e le suggestive grotte sotterranee.

Incontro: ore 15.00 Piazza Ganganelli – sotto l’Arco
Costo: 13€ (comprensivo di ingressi+visita guidata)
Prenotazioni: 3282230472
Guida: Lisa Rodi

Continua a leggere

Il termine Déco deriva da un’abbreviazione riferita all’ Exposition Intenazionale des Arts Dècoratifs et Industriels Modernes tenutasi a Parigi nel 1925
Il termine è stato poi utilizzato per la prima volta nel 1966 in occasione di una mostra parigina Les Annees ’25: Art Deco/Bahuaus/Stijl/Espirt Nouveau. Le Corbusier utilizzò il termine Deco in suo articolo riferendosi alla mostra parigina del 1925, come diminutivo per ridicolizzare il contenuto frivolo e “decorativo” della maggior parte dei lavori presenti.

Expo_Arts_deco_Paris_1925 Nel 1968 con il volume Art Déco of the 20s and 30s di Hillier, il termine è entrato in uso nella moderna accezione: ossia come definizione di un gusto unitario, di uno stile eclettico che nasce e si definisce tra le due guerre mondiali
Controlla il calendario delle visite guidate e prenota subito cliccando qui 

2a909b9114d0bf21c685c56f8faf3c6e

Art Déco nasce quindi nell’ambito di un’anomalia: aver storicizzato il fenomeno a posteriori ed aver fatto coincidere la nascita del Déco con la mostra parigina del 1925, ha prodotto come conseguenza  l’identificazione dello stile con un gusto prettamente parigino e la limitazione del fenomeno alla sfera delle cosiddette “arti minori”.
Tuttavia, sappiamo perfettamente che il Déco è stato uno stile estremamente variegato che accolse stimoli da tutte le avanguardie europee e che ebbe modo di esprimersi meravigliosamente anche nelle cosiddette “arti maggiori”.
Nel 2003 la mostra Art Deco 1910-1939 al Victoria and Albert Museum ha cercato di fare il punto della situazione:Déco è tutto ciò che ricalca lo spirito estetico di un mondo che cerca la modernità e che va a coincidere con il gusto definito anche “modernista”

La mostra ospitata a Forlì presso i Musei San Domenico dall’11 Febbraio all’ 8 Giugno “ArtDéco.Gli anni ruggenti in Italia” ha come obbiettivo quello di tornare a fare il punto della situazione sulla complessa evoluzione del Déco in Italia.

Controlla il calendario delle visite guidate e prenota subito cliccando qui 

 

Continua a leggere