Luoghi e Monumenti

Eccoci agli ultimi appuntamenti dell’anno!

CALENDARIO VISITE. *** DA LEGGERE FINO IN FONDO ***

Domenica 22 Ottobre ore 15.00 – POSTI ESAURITI!

Bagnacavallo: la pieve di San Pietro in Silvis, le incisioni di Goya, il borgo e l’Antico Convento di San Francesco..con apertura speciale del refettorio!
Partiremo dalla Pieve di San Pietro in Silvis, una delle più antiche pievi romaniche della nostra regione che conserva al suo interno affreschi di scuola giottesca ed una suggestiva cripta. Proseguiremo poi verso il Museo delle Cappuccine per visitare la mostra dedicata a Goya e ai suoi cicli incisori, caratterizzati da una straordinaria libertà e modernità creativa. Con una passeggiata raggiungeremo il centro storico perfettamente conservato e suggestivo, con stretti passaggi, come il Vicolo dell’amore o larghe e scenografiche piazza, come Piazza Nuova. Noteremo edifici medievali come la Torre civica e il Palazzo vecchio, alternati al neoclassico Teatro Goldoni, alla Chiesa del Suffragio e alla Collegiata di San Michele Arcangelo. Il giro si concluderà presso l’Antico Convento di San Francesco, dove visiteremo il refettorio e ci godremo una pausa rilassante ed un caffè all’ombra del chiostro oggi gestito da un albergo…molto originale!DA NON PERDERE!

Incontro facoltativo: 14.10 Parcheggio McDonald’s Viale Bologna Forlì
Incontro: ore 15.00 Pieve di san Pietro in Silvis
Costo: 12,00€
Per prenotazioni: 3282230472 (Cristina)
_______________________

Domenica 19 Novembre ore 15.00 

Tra Simbolismo e Liberty. Achille Calzi + MIC
Una mostra imperdibile dedicata al geniale Achille Calzi e al suo immaginario, che si muove tra atmosfere decadentiste e liberty, simbolismo esoterico e misteri massonici, caricature e satira al tempo della Prima Guerra Mondiale. Un esempio di artista eclettico che ha prodotto ceramiche, stampe, riviste ed ha saputo dialogare magistralmente con la poetica di D’Annunzio (di cui fece una buffissima caricatura) e con i “fiori del male” di Baudelaire.
Oltre alla mostra ospitata nelle sale del Museo, sarà proposta una visita guidata ad una selezione dei pezzi più significativi delle collezioni del MIC

Incontro facoltativo: 14.15 Parcheggio McDonald’s Viale Bologna Forlì
Incontro: ore 15.00 Museo delle Ceramiche di Faenza
Costo: Costo: 13€ (comprensivo di ingressi +visita guidata+ AURICOLARI)
Per prenotazioni: 3282230472 (Cristina)
______________________

Sabato 2 Dicembre ore 15.00
Porte aperte a Faenza…solo per noi!
Il Teatro Masini e le botteghe ceramiche contemporanee

Un’occasione speciale per poter visitare il meraviglioso Teatro di Faenza, il cui progetto fu presentato al concorso per la Fenice di Venezia e non vinse per un pelo!E’ uno dei più antichi della nostra regione..un vero gioiellino, normalmente chiuso alle visite turistiche. Proseguiremo poi con una selezione delle botteghe ceramiche più curiose e all’avanguardia del centro storico di Faenza: saranno gli artisti ad aprirci le porte e a svelarci tutti i segreti del mestiere. Un’ottima idea anche per un regalo di natale originale e di grande stile 🙂

Incontro facoltativo: 14.15 Parcheggio McDonald’s Viale Bologna Forlì
Incontro: ore 15.00 Cattedrale di Faenza in Piazza della Libertà
Costo: Costo: 10€
Per prenotazioni: 3282230472 (Cristina)
____________________

DATE PER VISITARE LA MOSTRA “PERSONAE” ELLIOTT ERWITT

sabato 14 ottobre ore 11.00
domenica 15 ottobre ore 17.00
domenica 29 ottobre ore 17.00
domenica 22 ottobre ore 11.20
sabato 11 novembre ore 11.00
domenica 12 novembre ore 15.00

NB: Non si svolgeranno più visite dal 5 di Dicembre fino a fine mostra.
Per restare aggiornato sulle prossime date Clicca qui

“Personae” di Elliott Erwitt

Elliott Erwitt è da sempre considerato il fotografo della commedia umana. Statunitense, nato nel 1928 a Parigi, ha fatto parte della grande agenzia Magnum e ha incrociato il suo percorso con quello di Robert Capa ed Henri Cartier-Bresson. PERSONAE è il titolo della più grande mostra antologica mai realizzata in Italia di Erwitt che ha accettato di intitolare questa rassegna forlivese come l’edizione 2017 della Settimana del Buon Vivere, tutta dedicata alla complessità e al fascino dei rapporti che si creano in una comunità. UNA MOSTRA STUDIATA PER FORLI’ CON SCATTI INEDITI che arricchiranno il progetto “Kolors” precedentemente annunciato. Fotografie a colori che Elliott ha personalmente scelto dal suo archivio, una galleria di celebrità, nella quale andranno a succedersi Sophia Loren, Fidel Castro, Marilyn Monroe, Che Guevara, Arnold Schwarzenegger, alternati a ritratti taglienti e talvolta spregiudicati di persone comuni, uomini e donne, catturate dall’ obiettivo nella loro quotidianità.

Costo: 16€ adulti/ 12€ ragazzi under18

(Compresi ingresso+ prenotazione + visita guidata+auricolari)

Prenotazioni: 3282230472 (Cristina-segreteria gruppi)

PER RESTARE AGGIORNATO SEGUIMI SU FB www.facebook.com/guidaturisticaromagna/

O SUL SITO www.guidaturisticaromagna.it

Continua a leggere

IMG_8073

bagnacavallo 2IMG_8100Due weekend dedicati alla scoperta di Bagnacavallo che hanno riscosso grandissimo successo!
Siamo partiti con un’apertura straordinaria della Pieve di San Pietro in Sylvis, una delle più antiche del territorio, che risale al VII sec. e conserva una cripta ad oratorio tra le più belle della regione oltre ad un incredibile ciclo di affreschi di scuola riminese dell’inizio del 1300.

Seconda tappa è stata il Museo Civico delle Capuccine che accoglie fino a Dicembre 2017 una incredibile raccolta di quasi 100 incisioni che Chagall realizzò per illustrare il romanzo “Le anime morte” di Gogol. Un viaggio affascinante nella memoria e nell’immaginario poetico dei due emigrati russi attraverso tavole ironiche, a tratti grottesche, dal taglio quasi cinematografico, tra pesci volanti, steccati, galli e cattedrali russe. Continua a leggere…

Continua a leggere

Forlì - Campanile San Mercuriale Foto archivio APT servizi

Forlì – Campanile San Mercuriale
Foto archivio APT servizi

In Piazza Saffi ci andavo con il mio nonno a vedere quei vecchi fermi sul marciapiede, davanti all’edicola: non so cosa si dicessero quei vecchi, ma ricordo bene quello che il nonno Gino mi raccontava.

Che la Piazza è un’ellisse, che grandi così se ne vedono poche e che lì dentro c’è l’intera storia della città. C’è anche Dante, che ci ha messo nell’Inferno perchè in piazza è stato sepolto un sanguinoso mucchio di francesi sui quali ancora camminiamo

Lo sai che il campanile di San Mercuriale ha quasi 1000 anni e batte incredibili record di altezza? Da lassù vedi tutto, dal mare alle montagne…merito di Don Pippo se i tedeschi non l’hanno tirato giù. E poi si guardavano in silenzio le tante piccole foto in bianco e nero di quelli che hanno fatto la guerra, sotto le arcate del chiostro. Continua a leggere…

Continua a leggere

Una pubblicazione di circa 20 anni fa a cura del Comune di Forlì parlava di Altra città: un piccolo catalogo dedicato alle “belle tombe” del Cimitero Monumentale di Forlì per una riflessione sulla necessità di tutela a valorizzazione di quella che mi piace chiamare La città della memoria.

La struttura architettonica, neoclassica, è tra le più imponenti della Romagna e come tanti altri cimiteri in Italia è nata a seguito delle riforme napoleoniche di inizio ‘800 in materia di igiene pubblica. Molti comuni italiani furono obbligati a far migrare le sepolture dei loro cari dall’interno delle città verso l’esterno. Fuori dalle mura.

Continua a leggere…

Continua a leggere

Sulla fine del ‘700 la nota famiglia Milzetti di Faenza, desiderosa di concorrere ad un primato di prestigio cittadino, diede inizio alla ristrutturazione del palazzo di via Tonducci, una stretta via defilata, a meno di 10 minuti di cammino da Piazza del Popolo.

Inizialmente l’anziano Nicola Milzetti affidò il progetto di restauro all’ architetto faentino Pistocchi, a cui si deve anche il progetto del bellissimo Teatro Masini di Faenza. Poi i lavori vennero portati avanti dal figlio Francesco Milzetti, il quale pensò bene di chiamare in città il decoratore più prestigioso del tempo: Felice Giani, che aveva già ottenuto prestigiose committenze a Roma (basti pensare alla sale napoleoniche in Quirinale!) e che a Faenza si impegna a decorare interamente Palazzo Milzetti .

Un capolavoro portato a termine nel 1805 e dotato di straordinaria originalità, che non ha confronti con altre imprese realizzate da Giani in nessun’altra parte d’Italia.

Continua a leggere…

Continua a leggere

Cesena Piazza del Popolo
<
>
Cesena Piazza del Popolo

Cesena in passato fu un importante centro culturale e vitale della Signoria dei Malatesta.
Oggi è un’affascinae città d’arte che vanta tra i suoi numerosi tesori la straordinaria Biblioteca Malatestiana, unica biblioteca al mondo di tipo umanistico- conventuale ad essersi conservata perfettamente intatta in ogni sua parte per più di 550anni: un luogo di grande suggestione, in cui sono custoditi preziosi codici antichi e gli arredi originali. Continua a leggere…

Continua a leggere